Italian - ItalyRussian (CIS)

Traduzione giuridica dei documenti italiani in russo

Per la traduzione giuridica dall′italiano in russo si accettano i seguenti tipi di documenti legali italiani:
- copie dei passaporti, carte d’identità, permessi e carte di soggiorno
- certificati di nascità, di matrimonio
- certificato di residenza, di stato civile, certificati contestuali
- dichiarazioni, richieste, scritture private
- procure e autocertificazioni
- statuti e atti costitutivi
- certificati di iscrizione, estratti dal registro delle imprese
- contratti e accordi
- documenti commerciali
- sentenze giudiziali, certificati carichi pendenti, certificati penali
- altri documenti di carattere giuridico.

I documenti legali devono essere stesi in forma stabilita dalla legge, con tutti i necessari timbri e sigilli e con le firme delle persone incaricate alla sottoscrizione.

E’ da notare che, se avete intenzione di presentare documenti legali alle autorità russe, tali documenti devono essere apostillati preliminarmente nel terittorio dell’Italia, in seguito tradotti in lingua russa e autenticati da notaio russo in conformità alle regole della legislazione della Federazione Russa. Solo dopo questo i documenti possono essere presentati alle autorità russe e essere considerati validi.

Sotto il termine “apostillazione” si sottintende l’apposizione sul documento di uno speciale timbro detto l’apostille, in conformità al quale lo stato conferma che il documento è stato rilasciato e sottoscritto dal funzionario a questo incaricato.

In Italia le apostille sui documenti si appongono nell’ufficio speciale della Prefettura che si chiama “Ufficio Territoriale del Governo” (Prefettura - U.T.G.). Tranne gli atti firmati dai notai e dai funzionari di Cancelleria e degli Uffici Giudiziari – questi documenti vanno apostillati in Procura.

In alcuni casi in Prefettura vi possono domandare che tipo dell’apostille vi serve: con o senza numerazione dei punti – io vi consiglio di scegliere l’apostille con numerazione visto che questa forma dell’apostille corrisponde di più alla forma che è stata raccomandata dalla Convenzione dell'Aia sulle apostille del 05 ottobre 1961.

L’apostille può essere messa sia sul documento stesso (sul posto libero del documento o sul retro del foglio) che su un altro foglio attacato in modo solido oppure cucito con il documento principale.

Dopo aver ricevuto il documento apostillato, occorre guardarlo attentamente controllando che siano stati compilati tutti i punti dell’apostille: molto raramente può capitare che nell’apostille sia assente, per esempio, il numero sotto il quale essa è registrata. Nel caso in cui ciò avvenga, esigete la compilazione completa dell’apostille (altrimenti possono sorgere dei problemi in corso dell’autenticazione del documento).

Dopo che i documenti sono stati apostillati in Italia, essi possono essere consegnati per la traduzione giuridica dall’italiano in russo e l’autenticazione notarile secondo le regole stabilite dalla legislazione della Federazione Russa.